kids

Come scegliere lo zaino porta bimbo per la montagna

By  | 

 

Sulle spalle. Per chilometri e chilometri, sulle nostre amate Dolomiti.

Un modo per conoscere e vivere pienamente la montagna.
Se Giulia ha camminato in lungo e largo per i sentieri che abbiamo percorso insieme, macinando circa 120 chilometri in 12 giorni, come già ha fatto l’anno scorso e all’età di 3 anni, Chiara è ancora troppo piccola per camminare in autonomia.

Bocciato il passeggino, abbiamo deciso di optare per lo zaino porta bimbo.

Ma come scegliere lo zaino giusto?

Prima di tutto, da una veloce analisi, ho compreso che è preferibile scegliere un marchio specializzato nella produzione di zaini, rispetto che a quelli che producono genericamente articoli per l’infanzia, e di valutare attentamente la spesa perchè non è necessario spendere 250 euro, per esempio, per avere un prodotto di qualità.

E quali caratteristiche deve avere lo zaino porta bimbo?

Noi abbiamo scelto lo zaino Ranger S2 di Littlelife, distribuito da Igo Distribution,  che vi presenterò nel corso dell’articolo.
Molto comodo per i sonnellini, è il cuscino poggiatesta, simpaticamente colorato con pesciolini nel modello che abbiamo scelto noi. Inoltre, lo zaino deve essere facilmente e velocemente regolabile, sia per adeguarsi alle caratteristiche del portatore, sia per la comodità e la stabilità del bimbo durante la passeggiata.
Un consiglio: se avete la possibilità, indossatelo e provatelo prima di acquistarlo.
Scegliete un modello leggero, perché se acquistate uno zaino che pesa già 4 chili, sommati al peso del bambino, costituiranno un carico importante.
Non dimenticate la copertura antipioggia e il parasole: noi non lo abbiamo montato, perché abbiamo scelto percorsi prevalentemente nel bosco, ma vi consiglio di portare sempre con voi questi accessori.
Lo zaino Ranger “sta in piedi da solo” e così posso metterlo e toglierlo dalla schiena senza dover ogni volta estrarre Chiara che, vi assicuro, si è fatta le migliori dormite nello zaino per ore ed ore.
Un ultimo consiglio in merito alla sicurezza: il bambino potrebbe muoversi cambiando il bilanciamento del peso, quindi siate particolarmente attenti.

Il modello  che abbiamo scelto, distribuito da Igo Distribution, è frutto della oltre ventennale esperienza di Littlelife: prodotti di altissima qualità, con materiali resistenti, fibbie sicure e traspiranti.

Il modello Ranger S2 è una versione modernizzata del Ranger originale; durante le escursioni io e mio marito ci siamo alternati nel trasporto della bambina ma vi posso assicurare che pesava molto di più lo zaino da escursionismo con cibo, cambi e tutto il resto che portavamo dietro, rispetto al Ranger. Infatti, lo zaino Ranger pesa solo 1,7 kg: leggero, minimal, realizzato in un telaio in alluminio tubolare. Nella parte superiore, inoltre, ha un comodo maniglione, seduta in pelle, tasca accessoria, cinghie elastiche.

Lo zaino in generale viene consigliato dopo i 6 mesi, quando il bambino riesce a mantenere la schiena diritta, regge fino a 20 chili e anche se il bambino si muove riesce a mantenere invariato il baricentro.

E Chiara è stata comodissima, per ore ed ore, sulle spalle di mamma e papà, (ha anche dormito), godendo del paesaggio montano, dispensando sorrisi a tutti quelli che incrociavamo per i sentieri, da Passo Oclini ai Laghi di Bombasel, da Val Venegia a Sass Pordoi.

Zaino promosso a pieni voti, che consigliamo e che non vediamo l’ora di riutilizzare nelle nostre passeggiate.

Passeggiate rilassanti, intense e divertenti che hanno reso unica e speciale la nostra vacanza. 

 

zaino porta bimbo montagna opinioni

zaino porta bimbo montagna

zaino Ranger Littlelife Igo Distribution zaino Ranger Littlelife Igo Distribution Igo distribution

zaino porta bimbo montagna

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *