Kids fashion

Perché non mi convince il metodo Montessoriano nella scuola pubblica!

By  | 

Perché non mi convince il metodo Montessoriano nella scuola pubblica!

Perché non mi convince il metodo Montessoriano nella scuola pubblica!: “Quando un bambino si sente sicuro di sé stesso, smette di cercare costantemente l’approvazione degli adulti” – Maria Montessori

Metodo Montessoriano: si o no? Personalmente, da mamma e non esperta in scienze della formazione,  condivido alcune indicazioni, ma molte le trovo assolutamente teoriche e poco praticabili nell’attuale sistema della scuola Italiana.

Per esempio, la Montessori sosteneva che il bambino dovesse sviluppare le sue capacità liberamente, partendo da un materiale didattico ben preciso: i bambini erano liberi di scegliere il materiale con cui lavorare e ampliavano le loro abilità in modo più autonomo. Come fa una maestra con 30 bambini di età differente a seguirli mentre svolgono, magari, 30 attività diverse? Mi sembra poco attuabile attualmente; sarebbe l’ideale, se si avesse una classe omogenea (con bambini della stessa fascia d’età), con classi meno affollate (magari 10 bambini).

Nel metodo Montessoriano, la maestra non insegna al bambino la sua verità, non cerca di travasare in lui il suo sapere, ma dirige (viene, infatti, chiamata direttrice) le attività del bambino, quella attività che gli permettono di sviluppare il suo spirito in modo libero di liberare le sue capacità. Purtroppo, oggi, i bambini a 3 anni sono spesso già indisciplinati o maleducati e necessitano di richieste e compiti precisi.

E il ruolo di noi genitori durante l’apprendimento dei figli? L’appoggio, l’orientamento e l’attenzione dei genitori sono fondamentali per educare i bambini secondo il metodo Montessori.

Ma quali sono i principi fondamentali dettati da Maria Montessori? Ricordate sempre che i bambini imparano da tutto ciò che li circonda. Siate il migliore esempio per loro. Se criticate molto i vostri figli, la prima cosa che impareranno sarà giudicare. Se li elogiate regolarmente, impareranno a dare valore alle cose. Aiutate i vostri figli affinché crescano sicuri di sé stessi in ogni istante, solo così potranno imparare a fidarsi degli altri. Se li sottovalutate, svilupperanno un sentimento negativo di colpevolezza. Fate loro capire che le loro idee ed opinioni sono sempre ben accette, in questo modo si sentiranno bene con sé stessi. E tanti altri. Da leggere e interiorizzare. E da attuare ogni giorno, per noi genitori. Difficile, difficilissimo.

L’ambiente montessoriano ospita veri “angoli” di attività come

  1. Angolo delle attività della vita pratica
  2. Zona per l’arricchimento del linguaggio
  3. Angolo per l’ascolto della musica
  4. Angolo del gioco simbolico
  5. Stanza dell’acqua, delle attività manipolatorie e grafico-pittoriche
  6. Angolo dei travasi con sostanze granulose e con l’acqua
  7. Angolo del materiale sensoriale di sviluppo Montessoriano

Fantastico! Anche nella scuola dell’infanzia che frequenta Giulia ci sono alcuni “angoli” ma se non hanno budget per acquistare sapone, fazzoletti o acqua per i bambini (che portiamo a rotazione noi genitori a scuola), come fanno ad avere la “stanza dell’acqua” ecc.? Resta un sogno. Purtroppo, e ribadisco questo concetto a pochi giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico, nella scuola statale attualmente vi sono tante carenze strutturali, di materiale e di personale che soffermarsi sul metodo educativo, fondamentale certo, diventa secondario. Le insegnanti devono dar fondo a tutta la loro inventiva, preparazione e abilità per sopperire alle mancanze della scuola. Tutto bellissimo, fantastico e in teoria perfetto nelle proposte di questo o quell’altro metodo, ma se dobbiamo portare persino i colori a scuola, di cosa stiamo parlando?

In questi scatti, Chiara indossa un colorato ma delicato ed elegante abito della linea Lòlò by Loredana, noto brand di abbigliamento per neonato, bambina e ragazza, che coniuga perfettamente modernità e tradizione, proponendo outfit fashion e di tendenza, ma di qualità.

Perché non mi convince il metodo Montessoriano nella scuola pubblica!

LòLò by LOREDANA OUTFIT CHIARA

Perchè fare il secondo figlio?   Io sono la mamma perfetta!  Perchè non mi convince il metodo Montessoriano Fratellitudine e sorellanza sono per sempre  Nulla è più come prima   Mamme, non sentiamoci in colpa!   Parto cesareo programmato dopo il primo d’urgenza   Ci vuole coraggio a fare un figlio oggi  Mamma, non puoi avere sempre tutto sotto controllo!   Frasi da non dire mai ad una donna!   Gentilezza, questa sconosciuta!  Cosa cambia con il secondo figlio?   Come rispondere a  chi ti dice “Beata te!   1 WEEK OF LOVE   3 WEEKS OF LOVE Mamma, non avere sempre fretta!   Mamma, moglie o donna? Io tutte e 3, o almeno ci provo! I figli prima o poi crescono…e compiono 3 mesi!     Come tornare in forma dopo il parto?   Due cuori in uno   Non voglio avere figli   Allattare è un diritto   Se nostro figlio è maleducato è colpa di noi genitori     Non voglio avere figli    Ho bisogno di aiuto, papà: concessione o pretesa? 

METODO montessorianoPerché non mi convince il metodo Montessoriano nella scuola pubblica!

blog di moda bambino

Lòlò di Loredana abbigliamento bambiniLoredana abbigliamento

6 Comments

  1. Pingback: Telo di mussola di cotone per bambini e neonati: cos'è?

  2. Pingback: Oltre all'essere mamma c'è di più, molto di più!| Emilia & Salento Effetto Moda Kids and Woman Fashion Blog

  3. Pingback: Non voglio avere figli: processo senza appello alle donne

  4. Pingback: Oltre all'essere mamma c'è di più, molto di più: siamo donne!

  5. Enza

    20 settembre 2016 at 2:06 pm

    Purtroppo hai ragione, la scuola non offre molto oltre alla professionalità e dedizione delle insegnanti e il ruolo di noi genitori è fondamentale nella loro formazione. Sfiziosissimo l’abito di Chiara, i colori sono molto delicati.

    • Mari

      21 settembre 2016 at 6:51 am

      infatti, il problema è essenzialmente quello. Grazie mille, un abbraccio