Kids fashion

10 consigli sui saldi per acquisti per bambini (e non solo)

By  | 

 

Saldi!!!

In queste ore, anche in Puglia, sono iniziati i saldi. E nella vostra città?

L’associazione consumatori stima che in media ogni italiano spenderà 150 euro, e voi cosa vorreste acquistare?

Sia che acquistiate on line che in negozio, ci sono alcuni suggerimenti da seguire per evitare brutte esperienze, per usare un eufemismo.

Perchè acquistare attratte esclusivamente dagli sconti vi farebbe spendere soldi senza poi effettivamente aver portato a casa degli acquisti vantaggiosi.

E così, ecco il mio post “di stagione”  e di servizio con alcuni

consigli preziosi per acquisti per voi e per i vostri bambini:

1 Conservate sempre lo scontrino: non è vero che i capi in svendita non si possono cambiare però il negoziante può chiedervi lo scontrino. Se il cambio non è possibile, ad es. perché’ il prodotto è finito, avete diritto alla restituzione dei soldi (non ad un buono). Avete due mesi di tempo, non 7 o 8 giorni, per denunciare il difetto.

2 Le vendite devono essere realmente di fine stagione: la merce posta in vendita sotto la voce “Saldo” deve essere l’avanzo di quella della stagione che sta finendo e non fondi di magazzino.

3 Andate nei negozi di cui siete clienti di solito oppure di cui avete osservato le vetrine nei giorni precedenti, magari a cercare quello che v’interessa; in questo modo potrete verificare l’effettività dello sconto praticato e andrete a colpo sicuro.

4 Cercate di avere le idee chiare sulle spese da fare prima di entrare in negozio: sarete meno influenzabili dal negoziante e correrete meno il rischio di tornare a casa colmi di cose, magari anche a buon prezzo, ma delle quali non avevate alcun bisogno e che non userete mai.

5Diffidate degli sconti superiori al 50%, spesso nascondono merce non proprio nuova, o prezzi vecchi taroccati (si gonfia il prezzo vecchio così da aumentare la percentuale di sconto ed invogliare maggiormente all’acquisto).

6 Servitevi preferibilmente nei negozi di fiducia o acquistate merce della quale conoscete già il prezzo o la qualità in modo da poter valutare liberamente e autonomamente la convenienza dell’acquisto. Io, di solito, preferisco fare shopping da sola o con mio marito, non con amiche altrimenti finisco per acquistare capi che non mi servono realmente.

7 Negozi e vetrine. Non acquistate nei negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo e il valore percentuale dello sconto applicato. Il prezzo deve essere inoltre esposto in modo chiaro e ben leggibile. Controllate che fra la merce in saldo non ce ne sia di nuova a prezzo pieno.

8Prova dei capi: non c’è l’obbligo e non fatevi influenzare troppo dal parere delle commesse.

9Pagamenti. Nei negozi che espongono in vetrina l’adesivo della carta di credito o del bancomat, il commerciante è obbligato ad accettare queste forme di pagamento anche per i saldi, senza oneri aggiuntivi.

10 Fregature. Se pensate di avere preso una fregatura rivolgetevi al Codacons, oppure chiamate i vigili urbani.

 

E voi, cosa acquisterete?

Io alcuni capi classici, che userò il prossimo inverno per me e per Giulia, e poi alcuni capi che vorrei invece sfruttare in questi ultimi mesi invernali.

Proprio come questo look di Giulia qui sotto.

L’hai visto?

Giulia in questo outfit indossa un abito super chic per compleanni e occasioni speciali di Boboli, coordinato con il piumino e gli stivali Asso, proprio come quelli della sua mamma, che ha desiderato ed è super felice di avere. 

 

boboli punti vendita italia

consigli saldi shopping bambini

scarpe asso

stivali asso

 

2 Comments

  1. Irene

    9 gennaio 2018 at 6:35 am

    I tuoi consigli sono preziosi,come sempre! Gli stivali di Giulia sono bellissimi.

    • Mari

      10 gennaio 2018 at 8:28 am

      Grazie mille cara, ne sono felice!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *